Flussi stagionali nel Cratere Palikir
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Flussi stagionali nel Cratere Palikir
ESP_031102_1380
Inglese   

twitter  •  facebook  •  google+  •  tumblr

HICLIP
720p (MP4)
Audio (MP3)

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560
2880

HIFLYER
PDF (28x43 cm)

HISLIDES
PowerPoint
Keynote
PDF

I flussi stagionali sui versanti caldi dei crateri marziani possono essere generati da flussi di acqua salata che si attivano quando la superficie si scalda fino a superare il punto di scongelamento della soluzione acquosa.

Il Cratere Palikir, che si trova all'interno del gigantesco Cratere Newton, contiene migliaia di singoli flussi chiamati in gergo tecnico "Linea Ricorrente di Pendenza" (dall’inglese Recurring Slope Linea o RSL). Alle medie latitudini dell’emisfero meridionale, gli RSL, nascono ad ogni inizio estate e scompaiono con l’avvicinarsi dell’autunno.

Un primo piano mette a confronto un RSL creatosi un anno marziano fa con uno recentissimo, situati entrambi sullo stesso pendio del cratere Palikir rivolto verso nord-ovest. La nuova immagine mostra un RSL leggermente più ampio e lungo del suo precedente nello stesso periodo dell’anno.

L'immagine più vecchia è stata acquisita con la sonda MRO con una inclinazione di 6 gradi ad ovest rispetto al nadir (la sonda puntava quasi perfettamente verso il basso), mentre per la nuova immagine, acquisita sempre dall’MRO, ha una inclinazione di 17 gradi verso est rispetto al nadir. Come risultato, possiamo osservare la superficie del pendio da due diverse angolazioni. Se si confrontano con attenzione i flussi con la topografia locale, si può vedere che quelli di quest’anno sono in effetti sono davvero più numerosi e alcuni molto più lungo rispetto a quelli dell’anno scorso. La nuova immagine è stata scattata con un ritardo di soli 2 giorni rispetto a quelle dell'anno precedente.

Gli RSL sono un fenomeno che si ripete con regolarità di anno in anno, con differenze forse legati alle condizioni climatiche - soprattutto a causa di variazioni del contenuto di polvere nell'aria.

Traduzione: Pasquale Sciarretta

 
Data di acquisizione
15 marzo 2013

Ora su Marte
2:49 PM

Latitudine (centrata)
-41.6°

Longitudine (Est)
202.3°

Altitudine della sonda
265.9 km

Scala originale dell’immagine
26.6 cm/pixel (con 1 x 1 binning) e gli oggetti di 80 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
25 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
18.0°

Angolo di fase
22.9°

Angolo di incidenza del Sole
39°, e il Sole è localizzato 51° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
282.9°, inverno settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (471 MB)

Colore IRB:
proiettato (267 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (207 MB)
non proiettato  (264 MB)

Colore IRB:
proiettato  (68 MB)
non proiettato  (231 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (120 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (116 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (234 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.