Rocce stratificate di colore chiaro nelle regioni Arabia e Xanthe orientale
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Rocce stratificate di colore chiaro nelle regioni Arabia e Xanthe orientale
ESP_020732_2000
Inglese   

twitter  •  google+  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560


Le striature di questa immagine sono state interpretate come delle stratificazioni in base alle immagini riprese dalla MOC. Lo scopo principale di questa analisi è quello di fornire dei punti di confronto con le immagini ad alta risoluzione dell’HiRISE e quelle a infrarossi del CRISM degli affioramenti rocciosi di colore chiaro in altre aree della regione Mawrth Vallis.

Il terreno scuro all’estremo nord dell’immagine è interamente ricoperto di crateri di varie dimensioni che fa pensare a un terreno più antico di quello chiaro. Ma è veramente più antico come spesso il numero di crateri su un terreno indica?

Il terreno scuro sembra trovarsi più alto, ma essendo questo un terreno stratificato, ciò significa che in realtà il terreno scuro è più giovane rispetto al terreno chiaro (gli strati inferiori si depositano prima). Una possibile spiegazione è che il terreno chiaro è stato ricoperto dal materiale scuro ma che in seguito tale materiale è stato rimosso portando nuovamente in superficie gli strati chiari. Se questo è ciò che è veramente accaduto, allora il terreno scuro potrebbe essere effettivamente molto antico e la parte chiara ha meno crateri solo perché è stato portato in superficie in tempi geologicamente recenti. Indizi sulla veridicità di questo scenario sono i piccoli nodi rocciosi sparsi su tutto il territorio chiaro, questi potrebbero essere i resti di una topografia che si trovava ad un’altezza maggiore.


Inoltre, le chiazze scure nel terreno chiaro sono più in alto rispetto al terreno circostante. Tali aree potrebbero essere le pareti interne di antichi crateri da impatto che a causa di qualche processo di indurimento della roccia, non ancora identificato, hanno resistito all’erosione. Questo genere di terreno è chiamato "a topografia invertita" perché ciò che una volta era una depressione oggi è un‘altura.

Traduzione: Pasquale Sciarretta

 
Data di acquisizione
28 dicembre 2010

Ora su Marte
3:31 PM

Latitudine (centrata)
19.9°

Longitudine (Est)
342.5°

Altitudine della sonda
284.8 km

Scala originale dell’immagine
57.0 cm/pixel (con 2 x 2 binning) e gli oggetti di 171 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
50 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
5.9°

Angolo di fase
66.2°

Angolo di incidenza del Sole
61°, e il Sole è localizzato 29° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
207.0°, autunno settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (443 MB)

Colore IRB:
proiettato (292 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (262 MB)
non proiettato  (226 MB)

Colore IRB:
proiettato  (165 MB)
non proiettato  (267 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (489 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (448 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (250 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.