Nodi rocciosi vicino alla Ruell Vallis
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Nodi rocciosi vicino alla Ruell Vallis
ESP_017286_1430
Inglese   

twitter  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560


Questa immagine mostra dei nodi rocciosi ed un grande cratere da impatto vicino alla Reull Vallis a est della Hellas Basin. Il materiale alla base dei nodi proviene dal cratere, frammenti di roccia espulsa durante la creazione del cratere stesso. Sia il fondo del cratere che il materiale espulso sono stati successivamente ricoperti da sedimenti ricchi di ghiaccio, fenomeno molto comune alle medie latitudini di Marte.

Lo strato di depositi è butterato da piccoli fori causati dalla sublimazione del ghiaccio. Questo mantello si pensa sia stato depositato da intense nevicate avvenute circa 10 milioni di anni fa, durante un periodo in cui l’asse di rotazione di Marte era molto più obliquo rispetto ad oggi e le condizioni climatiche della regione erano molto favorevoli a nevicate intense.

Nell’immagine risulta chiaro che molti dei piccoli crateri appena visibili sono stati riempiti da depositi che successivamente sono stati parzialmente rimossi. Questi crateri ci forniscono preziosi indizi sulla storia dei depositi della regione. Da notare, sulla cima del nodo roccioso, un cratere da impatto recentissimo, infatti possiamo notare come il suo interno non presenta depositi di alcun genere. 

Questa regione contiene anche moltissimi altopiani circondati da depositi a forma di lobi che si pensa essere ricchi di ghiaccio. Questi terreni furono inizialmente interpretati come terreni con un‘ampia variatà di caratteristiche geologiche tra cui la presenza di ghiacciai mobili ovvero detriti in movimento molto ricchi di ghiaccio. La stessa Reull Vallis è ricoperta da un terreno denominato "fretted terrain" (terreno corroso), il quale si pensa sia molto ricco di ghiaccio.

Traduzione: Pasquale Sciarretta

 
Data di acquisizione
04 aprile 2010

Ora su Marte
3:19 PM

Latitudine (centrata)
-36.4°

Longitudine (Est)
111.2°

Altitudine della sonda
251.4 km

Scala originale dell’immagine
50.3 cm/pixel (con 2 x 2 binning) e gli oggetti di 151 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
50 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
0.0°

Angolo di fase
76.8°

Angolo di incidenza del Sole
77°, e il Sole è localizzato 13° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
73.0°, primavera settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (322 MB)

Colore IRB:
proiettato (173 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (155 MB)
non proiettato  (198 MB)

Colore IRB:
proiettato  (70 MB)
non proiettato  (175 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (300 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (283 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (168 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.